Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Il comune di Buti fa parte dell'Unione dei comuni della Valdera

Igiene e sanità

Disposizioni Regionali in materia di Igiene degli Alimenti:

 

- Modulo D.i.a. Notifica Ce 852/2004

- Procedura di accettazione/Tramissione

Denuncia inizio attività di deposito all'ingrosso, trasformazione, preparazione e somministrazione anche temporanea di alimenti è possibile trascorsi 30 giorni dalla data di presentazione della Dichiarazione di inizio attività al Suap. Il subingresso e la cessazione sono soggetti a D.I.A. con efficacia dalla di presentazione della stessa al Suap.

In caso di non conformità rilevanti l'Azienda U.s.l. comunica l'esito del sopralluogo al titolare ed al Comune, Il quale adotta un provvedimento motivato di divieto di iniziare o proseguire l'attività.

 

Documentazione da presentare in triplice copia firmata dal dichiarante e deve consistere:

1) Relazione Tecnica dettagliata riportante:

a) Descrizione delle strutture;

b) Descrizione delle attrezzature;

c) Descrizione degli impianti;

d) Descrizione delle linee produttive;

e) Descrizione dei processi;

f) Descrizione dei prodotti;

g) Descrizione delle modalità di smaltimento dei sottoprodotti.

 

2) Nel caso esistano strutture utilizzate per attività:

Copia della planimetria dei locali dove viene svolta l'attività oggetto della presente notifica in scala adeguata e preferibilmente 1:100 firmata dal titolare o dal legale rappresentante (indicando l'ubicazione dello stabilimento e, per ogni locale, la destinazione d'uso, la superficie, l'altezza. La disposizione delle attrezzature principali, degli impianti di approvvigionamento idrico, degli impianti di smaltimento reflui);

 

3) Nel caso dei distributori automatici dovrà essere data indicazione sulle caratteristiche igienico-sanitarie del locale dove è ubicato l'apparecchio distributore;

 

4) Nel caso di trasporto alimenti:

- copia del libretto di circolazione

- copia certificato ATP (se il mezzo è refrigerato)

- indicare il luogo di rimessaggio dei veicoli utilizzati ed indicare i locali di deposito della merce invenduta

 

Il modello, compilato in ogni sua parte e sottoscritto dall'interessato, deve essere inoltrato al SUAP del Comune che provvederà tempestivamente ad inoltrare la documentazione all'Azienda USL n. 5.

D.I.A. SANITARIA NOTIFICA CE 852/2004