Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Il comune di Buti fa parte dell'Unione dei comuni della Valdera

LEGGE 82

Titolo


L.Regionale 82/2015 - contributo finanziario annuale a favore delle famiglie con figli minori di 18 anni disabili (01030034)
Oggetto  In data 28 dicembre 2015 è stata però approvata la legge regionale n. 82 che, all'articolo n. 5, istituisce per il triennio 2016 - 2018 un contributo finanziario annuale a favore delle famiglie con figli minori di 18 anni disabili. 
Requisiti richiesti Requisiti dei richiedenti:
  • minore disabile  in presenza di un'accertata condizione di handicap grave di cui all'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate);
  • ai fini dell'erogazione del contributo è considerato minore anche il figlio che compie il diciottesimo anno di età nell'anno di riferimento del contributo;
  • l'istanza può essere presentata dalla madre o dal padre del minore disabile, o da chi esercita la patria potestà, indipendentemente dal carico fiscale,  purché il genitore faccia  parte del medesimo nucleo familiare del figlio minore disabile per il quale è richiesto il contributo;
  • sia il genitore, sia il figlio minore disabile devono essere residenti in Toscana, in modo continuativo da almeno ventiquattro mesi, in strutture non occupate abusivamente, a partire dalla data del 1° gennaio dell'anno di riferimento del contributo;
  • il genitore che presenta domanda e il figlio minore disabile devono far parte di un nucleo familiare convivente con un valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore ad euro 29.999,00;
  • il genitore che presenta la domanda non deve avere riportato condanne con sentenza definitiva per reati di associazione di tipo mafioso, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o altra utilità di provenienza illecita di cui agli articoli 416 bis, 648 bis e 648 ter del codice penale.
Modalità di richiesta Il contributo annuale di cui sopra è concesso dal Comune di residenza del richiedente a seguito di specifica istanza che va presentata entro il 30 giugno di ciascun anno di riferimento del contributo stesso utilizzando una delle seguenti modalità:
a. Presentazione autonoma dell’istanza da parte del richiedente utilizzando l’applicazione web messa a disposizione da Regione Toscana alla quale si accede mediante TS/CNS (Tessera sanitaria attivata).
b. Presentazione dell’istanza da parte del richiedente con il supporto di un facilitatore utilizzando l’applicazione web messa a disposizione da Regione Toscana alla quale si accede mediante TS/CNS (Tessera sanitaria attivata).
c. Presentazione dell’istanza da parte del richiedente mediante posta elettronica certificata inviata all’indirizzo di posta certificata del Comune di residenza. In tal caso occorrerà riprodurre il modulo cartaceo in formato digitale attraverso scanner.
d. Presentazione dell’istanza da parte del richiedente su modulo cartaceo mediante consegna al Comune di residenza.
e. Presentazione dell’istanza da parte del richiedente su modulo cartaceo mediante spedizione postale a mezzo raccomandata A/R al Comune di residenza.   Per aiutare direttamente il cittadino a presentare la domanda sul web è possibile rivolgersi alla rete dei facilitatori dell’Unione che è composta dagli uffici relazioni con il pubblico della Valdera e dalla rete Informagiovani:   SPORTELLI E ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO a cui rivolgersi per presentare domanda
Documentazione Modulo di domanda (in Allegato) e fotocopia del documento di riconoscimento valido
Per il contributo alle famiglie con figlio disabile il certificato che attesta la grave disabilità (art.3 comma 3 della L.n.104/92)
Allegato Legge 82 (158,46 KB)